L’Islam è una religione preziosa

italiatelegraph

 

 

 

 

 

Ahmed Berraou

 

 

L’Islam significa l’obbedienza e la resa del volto verso Dio, l’adorazione di Lui solo, l’estromissione del politeismo e dall’incredulità, la fede nella profezia, il principio e la ripetizione, cioè nella creazione e la resurrezione.
Allah l’Altissimo; il Creatore ha voluto e ha imposto questa religione per i suoi servi, con l’istinto di cui gli ha creati.

Allah Onnipotente ha inviato tutti i messaggeri per informarlo ai popoli, ordinato ai suoi inviati che lo chiamarono e lo diffusero in tutto il mondo, poiché è l’origine del loro messaggio su cui si univano e ne partivano, quindi l’Islam era la loro religione, anche con divese dottrine, leggi e canoni. Allah disse nel sacro Corano: {In verità la Religione da Allāh è l’Islām! “إِنَّ الدِّينَ عِنْدَ اللَّهِ الْإِسْلَامُ” E Non furono discordi quelli che hanno avuto il Libro, se non dopo che giunse loro la sapienza, facendosi torto l’un l’altro, ingiustamente. E chi rifiuta i Segni di Allāh sappia che in verità Allāh è rapido nel saldare i conti}.

-Unica fonte della religione

L’origine della religione è unica, per la quale Dio ha inviato tutti i profeti e i messaggeri, e il loro richiamo ad essa è stato concordato, il loro percorso è stato unito verso di essa, ma la molteplicità delle loro leggi che ne differenzia, e Dio li ha resi intermediari tra lui e i suoi servi affinché conoscerLo , loro sono guida alla gente, per scoprire cosa è bene per loro e cosa li danneggia, e per completare ciò che è giusto per loro al sostentamento nella vita e nell’aldilà, furono tutti mandati a la religione comune, che è l’adorazione di Dio solo, senza socio, invocando il monoteismo di Dio e aggrappandosi alla sua corda forte, ovvero il retto sentiero, “الصراط المستقيم”.

E questa religione è (la religione dell’Islam) considerando la sua unità generale e l’unificazione del suo percorso, è ciò che Dio ha menzionato nei versetti del suo libro “Corano” sui suoi profeti: Noè, Abramo, i suoi figli, Giuseppe, Mosè, Salomone, la risposta di Belqis, la regina di Saba, sui discepoli di Issa “Gesù”, sui maghi del Faraone, e del Faraone stesso quando annegò.

– Conoscere i significati dell’Islam

In Sintesi, il termine: (Islam) ha due significati

1- Significato generale: si tratta dell’Islam di ogni nazione che segue uno dei profeti di Dio, che è stato inviato in loro, in modo che siano musulmani vicini alla religione di Abramo (PSL) adorando solo Dio e seguendo la legge di coloro che Dio inviato in loro. La gente del libro “Torah” Sacra Bibbia, prima dell’abrogazione e del cambiamento sono musulmani che sono fedeli alla religione di Abramo, sono su (la religione dell’Islam), poi quando Dio ha mandato il Suo Profeta Gesù(PSL), era sull’Islam ,

2- significato particolare: quando Dio ha inviato Muhammad (PBSL), come ultimo e sigillo profetico, la sua legge è la fine delle leggi, e il suo messaggio è la fine dei messaggi, che è generale per tutta l’umanità dalla sua proclamazione e annuncio fino all’ora fine, è obbligatorio per la gente delle Due Scritture – ebrei e cristiani – , e altri a seguire i suoi insegnamenti, leggi e canoni, cioè la religione dell’Islam che Dio gli ha mandato con essa, Nient’altro che chi non lo segue è un infedele, miscredente che ha rigettato e disobbedito non solo al richiamo del profeta ma anche all’adorazione di Dio.

Non è vero che appartiene alla religione di Abramo, e ciò che aggrappa al giudaismo o al cristianesimo non gli avvantaggia e Dio non lo accetta da lui, per questo il nome dell’Islam si lanca esclusivamente a quelli che seguono il profeta “Muhammad” (PBSL), dall’inizio della sua missione fino a quando Dio erediterà la terra.
Oggi nessuno è descritto come un musulmano, né che è sulla fede di Abramo(PBSL), né che sia uno dei leali servitori di Dio a meno che non segua ciò che Dio ha mandato tramite il sigillo dei suoi profeti e messaggeri Muhammad (PBSL)

-L’immutabile e il Variante

I principi in cui le dottrine sono uguali, e la chiamata dei profeti e dei messaggeri di Dio si sono uniti in essa: è una sola religione, per confermare la servitù di Dio Onnipotente senza un socio, la sua unificazione, la determinazione della profezia e la resurrezione, e l’unità della legislazione di Dio Onnipotente.
Questi non sono alterati e non includono modifiche o abrogazioni, poiché sono completati e non abrogati, e non accettano introduzioni o integrazioni.

Per quanto riguarda le leggi, sono diverse, varie e numerose, e si oppongono per abrogazione, quindi la Sharia di ogni Messaggero contraddice l’altro in tutte o alcune delle questioni legislative. C’è una regola devozionale nella legge di un messaggero che termina con la fine della sua legge per missione di un altro messaggero, e c’è una sentenza che cambia alcune delle sue parti nel suo tempo, e così si cambia la dottrina da un prifeta all’altro, e così via dalla diversità della legislazione nelle sentenze pratiche e aneddotiche, dagli ordini e dai divieti secondo la precedente conoscenza di Dio Onnipotente, della sua saggezza in la sua legislazione e il suo controllo delle condizioni di ogni nazione, i suoi tempi, le sue condizioni, la sua natura dalla sua forza e debolezza, e secondo l’eternità. E questo regola “La Sharia” i capitoli della legislazione in atti di culto, comportamenti, matrimonio, crimini e limiti di leggi, debiti, pagamenti.. e altri rami che si riferiscono all’unità di religione e dottrina.
Per questo la dottrina islamica ha la qualità della permanenza e della sopravvivenza, ed è l’ultima legge che è stata rivelata da Dio, abrogando ciò che l’ha preceduto dalle leggi dei profeti.

– Il ruolo dei messaggeri e dei seguaci del profeta Muhammad (PBSL)

1- Richiamare “Daawa” verso Allah l’Onnipotente confermando il monoteismo e adorare Dio solo senza socio e abbondare qualsiasi altra adorazione perché il monoteismo è la religione dell’universo intero da Adamo fino all’ultimo uomo in questa terra.

2- definire il percorso a cui è condotto per conoscere Dio confermando i suoi profeti e le sue leggi, come la preghiera, la zakat, il digiuno, il jihad, ecc. E l’istituzione della giustizia e delle virtù, dell’annuncio della novela e l’avvertimento dal suo castigo.

3- Definire lo stato della creazione dopo aver raggiunto Dio: nel confermare il ritorno, la fede nell’ultimo giorno, la morte e ciò che segue dalla tomba, le sue benedizioni e il tormento, la resurrezione dopo la morte, il paradiso e l’inferno, la ricompensa e la punizione.

italiatelegraph


Potrebbe piacerti anche
Commenti
Le opinioni espresse nei commenti sono degli autori e non del italiatelegraph.
Commenti
Loading...