Amsi ,Co-mai ,Umem e Uniti per Unire: Adesso AstraZeneca ai rappresentanti dei ministeri della sanità europee ed Ema per ridare la fiducia nei vaccini.

italiatelegraph

 

 

 

 

Amsi ,Co-mai ,Umem e Uniti per Unire ;Adesso AstraZeneca ai rappresentanti dei ministeri della sanità europee ed Ema per ridare la fiducia nei vaccini.

l’Associazione medici di origine straniera (Amsi) ,Unione medica euro mediterranea (UMEM) ,Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e il Movimento Uniti per Unire prima di tutto esprimono le loro soddisfazioni per l’esito delle indagini dell’Ema come annunciato in conferenza stampa di poco fa. “Il vaccino AstraZeneca è sicuro, efficace, i benefici sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi” e la somministrazione dei sieri. Lo afferma la direttrice di Ema Emer Cooke argomentando il via libera al vaccino. I casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca “sono inferiori” a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata. Lo ha detto Sabien Straus, presidente del Prac (Commissione di farmacovigilanza) , nella conferenza stampa dell’Ema.

“Ha vinto AstraZeneca e hanno perso tutte le guerre economiche e politiche tra Europa e Inghilterra che sono in atto dall’inizio della Pandemia ,adesso la Commissione Europea ed il Governo Draghi sono chiamati a correggere tutti gli sbagli del passato che sono costati un prezzo altissimo di vite e sofferenze oltre la crisi economica ;Occorre migliorare la comunicazione e l’informazione , occorre collaborare di più tra i ministeri della salute e l’OMS ,occorre tutelare i professionisti della sanità ed i vaccinatori con scudo legale e penale ,avere una voce unitaria e chiara e senza ambiguità ,fare delle scelte coraggiose e condivise per l’interesse di tutti nella campagna di vaccinazione dopo questo stop non spiegato e motivato bene alla gente per questo ci costerà molto per quanto riguarda la fiducia nei vaccini e in particolare in AstraZeneca .Tanti paesi arabi e africani in questi giorni stanno ricevendo proprio il vaccino AstraZeneca e sono rimasti molto sorprese di questo stop all’improvviso in Europa e tanti persone che dovevano fare il vaccino in questi giorni non si sono presentati come ci informano i nostri medici rappresentati locali in 80 paesi subendo un colpo mondiale alla campagna di vaccinazione. Chi si assumerà la responsabilità di questa decisione in Europa e nel mondo.

Occorre promuovere urgentemente una campagna di vaccini con i rappresentati di Ema ,Ministri della salute in Europa per far partire al più presto la vaccinazione con sicurezza ,serenità e fiducia altrimenti vinceranno le varianti sui vaccini e sarà ancora prolungato il lockdown in Europa. Cosi dichiara Foad Aodi Presidente Amsi e UMEM e membro Registro Esperti Fnomceo che lancia di nuovo la nostra proposta fatta già a maggio 2020 di incoraggiare e consentire ai medici di effettuare di più le autopsie dei pazienti deceduti con coronavirus ed il ruolo della trombosi e le embolie come cause di morte.

Inoltre esprimiamo le nostre condoglianze e solidarietà a tutti i familiari delle vittime dall’inizio della pandemia .E’ stato un anno molto tragico ,sofferto ,pieno di divisioni politiche e istituzionali a livello nazionale e internazionale .Per fortuna la popolazione italiana e di origine straniera si è distinta di una grande solidarietà e aiuto a chi è in difficoltà ,lo dimostrano le centinaia di iniziative Amsi ,Co-mai ,Umem e Uniti per Unire a favore dei professionisti della sanità nei momenti tragici e alle persone anziane e sole a casa.

Urge un riscatto politico e istituzionale in modo unitario e con la buona informazione combattendo ogni forma di disinformazione o boicottaggio o interessi economici o politici che mirano a dividerci o rallentare la campagna di vaccinazione . Cosi Conclude Aodi che ha fatto il vaccino con AstraZeneca ed in attesa per la seconda dose e non ha avuto nessun effetto collaterale.

Ufficio Stampa Amsi
www.amsimed.org

italiatelegraph


Potrebbe piacerti anche
Commenti
Le opinioni espresse nei commenti sono degli autori e non del italiatelegraph.
Commenti
Loading...