Caso Hakimi Real Madrid al Inter : se non siete in grado di pagare, ridatecelo.

italiatelegraph

 

 

 

 

 

Tensione tra Inter e Real Madrid. Il pomo della discordia è rappresentato dal trasferimento di Hakimi, acquistato l’anno scorso dai nerazzurri per 40 milioni di euro. La società del presidente Zhang non ha pagato la prima rata di 10 milioni, scaduta lo scorso dicembre.

Marotta ha in mano un accordo controfirmato per farla slittare al 30 marzo. Ma, secondo il Corriere dello Sport, il club spagnolo del presidente Florentino Perez pretende garanzie sul pagamento, altrimenti penserebbe a come riprendersi il calciatore.

Il regolamento Uefa prevede che le licenze per partecipare alle coppe europee abbiano tra i requisiti l’assenza, alla data del 31 marzo, di “debiti scaduti nei confronti di altre società di calcio, derivanti da trasferimenti di calciatori, intervenuti fino al 31 dicembre precedente”.

Inter: perché il Real Madrid in estate ha detto sì alla cessione di Hakimi
Alejando Camano, agente del giocatore, a FcInter1908 ha professato tranquillità: “Voci da Madrid su Hakimi? Quali sono, non ne so nulla. Non abbiamo ricevuto nessuna chiamata da Madrid. Achraf sta bene nell’Inter ed è concentrato solo nel fare il massimo con l’Inter. Il suo obiettivo è di vincere con la maglia dell’Inter, non pensa ad altro”.

Intanto ieri si è riunito ancora una volta a distanza il consiglio d’amministrazione dell’Inter. All’ordine del giorno sempre la crisi di liquidità. Si avvicina la scadenza del 16 febbraio, data entro la quale dovranno essere pagati gli stipendi arretrati di luglio e agosto. Nel frattempo sono state pagate le mensilità di settembre e ottobre, quindi resterebbero da versare anche quelle di novembre e dicembre. Per questi ultimi due stipendi il Consiglio Federale del 29 gennaio dovrebbe far slittare il termine dal 16 febbraio a giugno. Quando sarà ufficializzata questa nuova scadenza, verrà studiato un nuovo piano dei pagamenti di qui alla fine della stagione.

Fonte: Calciomercato.com

italiatelegraph


Potrebbe piacerti anche
Commenti
Le opinioni espresse nei commenti sono degli autori e non del italiatelegraph.
Commenti
Loading...