Il Console tunisino in Italia dr.Chokri premia Foad Aodi per l’impegno continuo nell’assistenza sanitaria e informazione dall’inizio della Pandemia

italiatelegraph

 

 

 

 

Sanità,Amsi ,Il Console tunisino in Italia dr.Chokri premia Foad Aodi per l’impegno continuo nell’assistenza sanitaria e informazione dall’inizio della Pandemia

Amsi ,Umem ,Co-mai e Uniti per Unire; la medicina e la formazione sono strumenti fondamentali per valorizzare l’unità ,la solidarietà e il rispetto reciproco tra i popoli e le civiltà

Si è svolto ieri l’incontro tra il console tunisino Dr.chokri Sebri e il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia(Amsi) e la Comunità del mondo arabo in Italia ,Foad Aodi nonche membro Registro Esperti Fnomceo ,dove si è parlato di sanità e cooperazione internazionale e la volontà di intensificare la collaborazione a favore di tutti i tunisini e cittadini di origine straniera ed italiani in questo momento difficile di Pandemia.Proprio per questo il Console Dr.Chokri ha premiato il Presidente Aodi per l’impegno costante delle nostre associazioni e comunità con diretta Facebook e Zoom assistendo con informazioni,consigli e raccomandazioni a chi si e’ rivolto a noi nel momento della difficoltà e domande e risposte in diretta.

“Il Pro.Foad Aodi ha ringraziato il Console Chokri per questo prestigioso premio che ci onora e ci dà la forza di andare avanti con tutte le difficoltà della situazione sanitaria in Italia e all’estero. Inoltre Aodi ha ringraziato l’Ambasciata Tunisina ,il direttore del Centro Socio Culturale Tunisino Faouzi M’rabet con cui ha fatto la prima diretta facebook a marzo 2020 da Roma con domande e risposte dai cittadini della comunità tunisina in Italia che e’ molto attiva e ben organizzata nelle sue attività.

L’apprezzamento va anche ai professionisti della sanità ed i giornalisti in Tunisia che collaborano e sostengo l’Unione medica euro mediterranea (UMEM) per costruire ponti e scambi socio sanitaria e culturale con i colleghi italiani ed europei come hanno dimostrato nella visita 2 anni fa in Italia e presso l’Ospedale di Civitavecchia . Ci auspichiamo che venga intensificata l’internazionalizzazione della sanità italiana e valorizzare le buone pratiche in Italia e all’estero con maggiore apertura verso l’informazione e la comunicazione con i paesi stranieri. L’UMEM è presente ormai in 80 paesi e in un anno abbiamo eseguito più di 2000 tra interviste di Tv satellitari ,radio e giornali con confronti ,dibattiti e dirette internazionali su Facebook ,Zoom ,instagram .

Questa importante esperienza di formazione ,ricerca ,innovazione e conoscenza ci ha arricchito enormemente dal punto di vista medico ,scientifico e umano registrando una svolta innovativa e di qualità come e’ oggi e come sarà domani la formazione a distanza nel mondo che non sarà mai come prima dove in 20 anni abbiamo organizzat0 più di 700 convegni e congressi in presenza.Questo fatto non va trascurato da tutti compreso le istituzioni competenti e ordini professionali ,università e scuole.

Ufficio Stampa Amsi 
www.amsimed.org  

italiatelegraph


Potrebbe piacerti anche
Commenti
Le opinioni espresse nei commenti sono degli autori e non del italiatelegraph.
Commenti
Loading...